lunedì 17 marzo 2008

Pomodori verdi fritti


Recentemente ho rivisto questo dolcissimo film del 1991 ben diretto da Jon Avnet e tratto dal libro Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop di Fannie Flagg.

Una bravissima Kathy Bates ed una meravigliosa Jessica Tandy sono le protagoniste di un film intenso basato sui temi dell'emancipazione della donna, delle discriminazioni razziali e delle ingiustizie sociali, ma capace anche di una deliziosa ironia.

Il film parla di vite difficili nell'arretrato Sud degli Stati Uniti degli anni '30, ma parla anche della forza dei personaggi nell'affrontare i loro problemi, soprattutto grazie all'amicizia.
Per chi non la conosca ecco la trama:
In un ospizio l'anziana signora Ninny riaccende la voglia di vivere di Evelyn, una casalinga di 48 anni, sovrappeso e frustrata dall'indifferenza del marito, raccontandole, a puntate, una storia di molti anni prima, ossia

la storia di amicizia di due giovani donne anticonformiste, Idgie e Ruth, che nel cuore del sud degli
Stati Uniti degli anni Trenta, conservatore , razzista e maschilista, ebbero il coraggio di ribellarsi alla prepotenza maschile e al razzismo dilagante. Ninny racconta a Evelyn del Whistle Stop Cafè, gestito dalle due donne, e dall'amore che lega Idgie e Ruth fino alla fine.

Con questo racconto le emozioni e gli stati d'animo che affollano la vecchia signora riescono a entrare nella vita di Evelyn che rinascerà e riscoprirà il piacere di sentirsi viva e di aggiustare ciò che nella sua vita non va come lei vorrebbe.

Questo film mi ha riportato alla memoria gli eccezionali pomodori verdi fritti di mia nonna, che non sono come li facevano nel caffè di Whistle Stop (infarinati, passati nel pangrattato e fritti nel grasso) ma sono preparati nel modo tradizionale Calabrese.

Il pocedimento è meno complicato di quello che può sembrare:
Si affettano i pomodori verdi e si coprono abbondantemente di sale, dopo 24 ore si butta l'acqua di vegetazione e si salano di nuovo. (Conservati in questo modo potevano durare tutto l'inverno ed essere una gustosa provvista quando non c'erano frigoriferi o congelatori).
Al momento di usarli si prendeva la quantità necessaria e si teneva a bagno per 2 giorni, cambiando spesso l'acqua. Oggi io, che non rinuncio a certi sapori del passato che mi ricordano cose e persone che non ci sono più, li dissalo tutti insieme, faccio le porzioni e li congelo. Quando ne ho voglia tiro fuori una bustina, metto in una padella olio, uno spicchio d'aglio e i pomodori verdi, copro col coperchio e faccio cuocere, rimestando di tanto in tanto, finché non diventano croccanti. E quando li mangio mi inebrio nel profumo che emanano e nel loro buonissimo sapore, chiudo gli occhi ed ecco che all'improvviso mi sembra  che il tempo si sia fermato a qualche anno fa.
C@nnelle 

26 commenti:

Pippi ha detto...

concordo con il tuo parere sul film! invece i pomodori verdi fritti non li ho mai mangiati nè tanto meno cucinati .....magari seguo la tua ricetta e li provo
un abbraccio Laura

pequenaculinaria ha detto...

Pomodori verdi e fritti come film mi ha colpito tanto quando ero piccola.. e poi avevo letto anche il libro!! Però non ho mai provato a mangiarli :)!
Ti ho invitato a un meme..passa da me per vedere di che si tratta :)

Mikamarlez ha detto...

Ciao! Che bello il film, penso sia bellissimo e che buoni i pomodori fritti..non li ho mai mangiati come li prepari tu..appena torno in calabria (sperando di andare..mi piace tantissimo!!) me li faccio preparare in loco!!!un abbraccio. Lety

alessia ha detto...

Che bello i, film è piaciuto tanto anche a me... mi segno la ricettina da provare!!! Bacioni Alessia

dolcienonsolo ha detto...

buoni i pomodori verdi fritti anche sott'olio sono buonissimi

Valeria ha detto...

Ciao Cannella, non ho mai mangiato i pomodori verdi fritti....sono da provare.
Saluti Vleria.

marcella candido cianchetti ha detto...

bellissimo film, ed aanche il film,e non è da meno la tua ricetta buona giornata

Cuocapercaso ha detto...

Mi hai incuriosita sul film, lo cerco e lo guardo! grazie!

ciao, Grazia

lytah ha detto...

ma... dovrò guardare il film a questo punto :O
Bellissimi i tuoi pomodori verdi fritti cannelle!!!!
A presto, taty

Lalla ha detto...

io adoro questo film...
l ho visto l anno chè è uscito al cinema... bee forse un pò troppo piccola per capirlo ma sicuramente mi è rimasto impresso.... crescendo e riguardandolo con occhi nn + di bambina ma di persona adulta... ne sono rimasta folgorata e quando posso lo riguardo sempre volentieri!!!

buonissimiii i pomodori mi sa che provo a farli presto
un bacione lalla

unika ha detto...

buoni i pomodori verdi fritti...io li faccio panati e sono fantastici...devo provare la tua ricettina:-)
Annamaria

Dolcetto ha detto...

Anche a me era piaciuto molto quel film... però i pomodori verdi fritti non li ho mai provati!! Devono essere deliziosi...

LaGolosastra ha detto...

Ciao! Ti ho invitata al mio primo meme... voilà il link (spero si faccia così):
http://lagolosastra.blogspot.com/2008/03/il-mio-primo-meme.html

A PRESTO!

Dolceviola ha detto...

Anch'io ho visto il film ma non ho mai mangiato i pomodori verdi fritti, devono essere veramente buoni!!

Gabriella ha detto...

anche a me è piaciuto tanto il film e da quando l'ho visto ho sempre voluto provare la ricatta, ma non è mai capitata occasione

Mariluna ha detto...

Mi hai fatto ricordare una cosa meravigliosa, neanch'io rinuncia ai sapori di una volta e questi pomodori sono sempre nella dispensa di mia madre ma nei vasetti di vetro aromatizzati. Questa tua versione non la conoscevo e devo provare. Baci

Cannelle ha detto...

Il film è tenero e intenso allo stesso tempo. Da vedere senz'altro.
Bacioni a tutte :-))

Aiuolik ha detto...

Quando ho letto il titolo del post ho pensato "che buoni i peperoni verdi fritti", poi ho visto la locandina del film e ho pensato acc...si riferiva al film. Invece no i peperoni (buonissimi!) ci sono davvero :-)

Cannelle ha detto...

-aiuolik-avete bevuto un po' alla trattoria?Pomodori,si tratta di pomodori!!!!Bacioni

Daniela ha detto...

Mai provati..
ma è un'idea molto particolare brava...
baci e buona pasqua

nino ha detto...

Interessanti, questi pomodori verdi fritti, pomodori verdi in marmellata fatto, ma fritti mai fatto, dobbiamo correre ai ripari.
Un bacio
Nino

Mirtilla ha detto...

lo sai che questo film me lo sono perso?
bacioni cara

Arietta ha detto...

bellissimo questo film, è uno dei preferiti miei e di mia mamma ;) ogni volta che lo danno lo riguardiamo :D
però non ho mai mangiato i pomodori verdi fritti e mi son sempre chiesta come fossero...ora ho l'occasione di provarli :D
baci

Cannelle ha detto...

La versione di pomodori verdi fritti che ho fatto io è quella tradizionale nostra che adoro,ne esistono altre in cui i pomodori vengono affettati al momento, infarinati e fritti nell'olio. Quelli che fanno nel caffè del Whistle Stop Cafè sono infarinati, passati nel pangrattato e fritti nel grasso.

campo di fragole ha detto...

He, he, he io ho fatto prima i pomodori verdi fritti come nel film e poi ho visto il film che mi e' piaciuto moltissimo :) Bacioni

Dida70 ha detto...

Cara Cannelle,
come vedo, questo flm è caro a molti, credo sia stata la ricetta più gettonata della raccolta di Elle e d'altronde i sentimenti che esprime sono davvero intensi e le attrici proprio brave, un film che, insomma, ti rimane nel cuore e anche io, come Arietta, l'ho rivisto spesso con la mia mammma, ho prvato una volta a fare i pomodori verdi fritti, ma con quellariceta non mi erano piaciui la tua versione, invece, è sicuramente ottima non foss'altro per la tradizione che incarna, bravissima come sempre!
un abbraccio forte
dida

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...